The Hidden Beauty

The Hidden Beauty

sabato 13 dicembre 2014

Grazie dei fior ...

Erbolario produce profumazioni a raffica, non avevo ancora finito di recensire questa, che già sfornavano "Camelia" e "Fiori d'Arancio", ma non c'è competizione e rimango fissa su questa profumazione "Regine dei prati", perché credo sinceramente che una fragranza ai fiori più avvolgente, inebriante e che mette davvero allegria come questa, non l'ho potuta annusare neppure con le migliori aziende di profumeria nei miei 16 anni in quel settore.
Detto ciò,  siccome un profumo è fatto di sensazioni che non sempre si possono spiegare a parole, vi invito caldamente ad entrare nella vostra erboristeria, farmacia o negozio monoporta preferito che tratti il marchio Erbolario, a spruzzare un pò di questa fragranza sulla vostra pelle. Sono sicura ve ne innamorerete all'istante!

martedì 2 dicembre 2014

Maglioncini con le trecce, un classico senza tempo

Maglioncino con trecce H&M euro 19,90
Disponibile in panna, melanzana, grigio
(in alcuni punti vendita anche rosa, blu pavone, nocciola)

Vi presento la mia passione per questo autunno. I maglioncini con le trecce sono qualcosa il cui pattern fino a due mesi fa non avrei preso neppure in considerazione. Ed invece, guarda un video oggi, guardane uno domani, ho scoperto che possono essere sia dei classici senza tempo che degli elementi davvero trendy. Il tutto, ovviamente, dipende da come si sceglie di abbinarli.
L'accessorio ideale per queste maglie risulta essere una collana vistosa, di quelle che vanno in questo periodo. Il pantalone perfetto è lo skinny ultra elasticizzato come anche il classico pantalone con le pinces. La scarpa più adatta è la stringata, ma anche con lo stivale a tronchetto sono bellissimi... insomma, credo abbiate capito. Vanno bene in qualunque modo, persino con le gonne longuette.
Mi sono letteralmente innamorata di questo capo. E visto che sono spuntati in ogni negozio ed in tutte le salse, credo di non essere l'unica !
Mi raccomando, controllate sempre la composizione, ed evitate quelli di acrilico 100% perchè sono orrendi, sotto le dita sembrano carta vetrata. Prediligete il misto lana, persino il misto cotone, ma almeno un 30% di fibra naturale (lana, cotone, viscosa) ci deve essere. E attenzione al lavaggio, che non deve esser fatto ad una temperatura più alta dei 30°, ed evitando l'eccessiva centrifuga. 
Se posso azzardare un consiglio alle più danarose, prendetene uno per colore, soprattutto se colori classici come quelli sopra mostrati, con l'aggiunta di uno blu scuro. Il bianco è perfetto per un outfit che comprende dei jeans in denim scuro e i dettagli in cuoio. Il melanzana è stupendo anche per la primavera su uno skinny bianco e quello grigio trova il massimo della bellezza con una collana a grani grandi sui toni del rosa baby ed un jeans in denim chiaro. Insomma, sbizzarritevi ! , a questo prezzo, c'è la possibilità di collezionarne più di uno. Alla prossima.
*THB

E questa è la proposta Stradivarius per i maglioncini a trecce
Il costo è di euro 19,90 nei colori beige, rosso, blu, bianco



Benvenuto, Dicembre ...


giovedì 20 novembre 2014

Diamoci un taglio!

 
Ebbene, sì, l'ho fatto ! L'aria tirava da un pò... sai quel senso di scontentezza, di guardarti allo specchio e vedere che tu non stai dentro a quel viso lì, a quell'espressione che lui riflette. Che avrai certo la tua età, ma non così tanto. Il desiderio di cambiare, di sentirsi diversa, più attiva e sbarazzina, meno fatalona (non è che uno può permetterselo per sempre, eh??).
Insomma, in questa mattina dove improvvisamente tra un impegno e l'altro potevo avere due ore libere, sono andata e l'ho fatto: ho tagliato i capelli.
Non erano lunghi come questa estate che mi arrivavano al fondo schiena, già i primi di settembre avevo dato loro una bella sfoltita, ma ad un certo punto Francesco, il coiffeur mi ha detto "questi non ci servono, allora" e ZAC!, ha tranciato di netto tutta la inutile coda che ultimamente, persino appena lavati, veniva imprigionata nel mollettone o nell'elastico, in code, crocchie, chignon e chi più ne ha più ne metta, pur di non vedermi quei ciurli appesi che mi facevano tanto vecchiona. "Dietro liceo, davanti museo" è una espressione deprimente che mi terrorizzava; molto meglio un visetto incorniciato da frezze bicolori che danno luce e quell'aria sbarazzina che sembra dire al mondo "si, è vero, sono una ultraquarantenne piena di energie, che le sue rughette le mostra in modo spavaldo".
Che ne dite, ragazze?, io sono tanto contenta e anche convinta che il meglio deve ancora venire. Tra un mesetto, secondo me, questo taglio sarà ancora più bello di adesso.
Voglio comunque consigliarvi l'autore di questo capolavoro, il grande Francesco, proprietario del salone "Exensual" che si trova in zona Montesacro (ex capolinea del 60 di Via Cimone), in Via Monte Pramaggiore 5. Il mercoledì' ed il giovedi potrete usufruire di taglio+piega per sole 35 euro, ma è necessaria la prenotazione che potrete fare a questo numero di telefono: 06/86894982
E buon taglio a tutte!
*THB

lunedì 17 novembre 2014

Palette d'Autunno

Eyeshadows Palette Wjcon Make Up Artist 01 - Euro 14,90

 
Autunno è soprattutto voglia di calore avvolgente, e ciò si rispecchia anche nei colori di ciò che indossiamo. Quest'anno ci possiamo sbizzarrire, le vetrine sono piene di colori caldissimi, a cominciare dal caldo borgogna, i toni del marrone. C'è anche molto grigio, ma abbinato sempre al panna, classico e chic.
Anche il nostro make-up risente delle tendenze del momento, e i negozi Wjcon propongono le nuove nuances per l'autunno inverno. Tra le varie palettes di ombretti per occhi, la più bella in assoluto per creare quell'effetto smokey eye tanto di moda e così adatto a qualunque iride, è la Eyeshadow Palette 01. Sei bellissimi colori effetto mat, con due basi chiare, una panna e una cipria, più quattro colori smokey per dar profondità allo sguardo: un tortora, un bordeaux, un castagna ed un bellissimo color cioccolato. Siete pronte per giocare? Solo nei negozi Wjcon. A Roma vi segnalo il punto vendita all'interno del Centro Commerciale "Dima Shopping Bufalotta". Buoni acquisti!
*THB

sabato 15 novembre 2014

Caro Babbo Natale, per quest'anno vorrei ...

Queste le nuove fragranze per l'inverno 2014-2015:
*Season of Peace  *Snow in Love  *Snowflake Cookie  *Angel's Wings
*Candy Cane Lane  *Christmas Cookie  *Christmas Eve *Christmas Garland
*Christmas Memories  *Icicles  *Sugared Apple  *Home Sweet Home


Ecco, se potessi esprimere un desiderio a Babbo Natale, gli chiederei di portarmi una Yankee Candle per ognuna delle fragranze esistenti !, e siccome ce ne sono a decine, sono sicura che per la durata eterna che hanno, riuscirei a stare con una candela accesa per tutti i futuri giorni, mesi e anni della mia vita ... adoro letteralmente queste candele. Ma volete saperne di più, voi che non le conoscete ancora ? (cosa ??? ). Vi racconto la loro storia...

Le candele Yankee Candle (made in USA), sono realizzate con paraffina alimentare purissima, la stessa che viene utilizzata per ricoprire i formaggi, e lo stoppino è in cotone puro al 100%, quindi senza piombo, il che garantisce una fiamma perfetta ed una migliore combustione della cera.
Le fragranze sono realizzate con estratti naturali che garantiscono una intensità e una persistenza dei profumi unica al mondo. 
Donano una meravigliosa sensazione olfattiva e fanno riaffiorare ricordi ed emozioni, infatti la sede dell'olfatto, nel cervello, è la stessa sede dei ricordi !
Ma qual'è il modo migliore di utilizzarle? Importante seguire questi consigli:
- Prima di accendere la candela, tagliare un pezzo di stoppino (non deve mai superare i 5mm di altezza), sia la prima volta che viene accesa, che ogni volta decidiate di riaccenderla. Questo farà sì che non produrrà fumo sporcando anche l'interno del barattolo in vetro.
- Prima di spegnere la candela, aspettate che tutta la parte superiore sia già fusa; non accendetela, quindi, per soli 10 minuti, almeno mezz'ora per fondere tutto lo strato superficiale superiore, altrimenti vi si forma il classico "buco".
- Non consumare mai la giara proprio fino alla fine, potrebbe spaccarsi il vetro col calore. L'eventuale residuo può esser rimosso facilmente dopo averla lasciata una notte nel freezer. I contenitori sono lavabili anche in lavastoviglie ed è possibile riutilizzarli come barattoli per il sale, lo zucchero, o altro.
- Gli accessori non sono soltanto belli da vedere, ma anche utili. Ad esempio, il piattino Yankee Candle permette di isolare il calore dalla superficie. Mentre il paralume permette una omogenea combustione della fiamma anche in caso di correnti d'aria.
Allora, non mi resta che dire "buona Yankee Candle a tutti" e che Babbo Natale mi ascolti !
*THB

Birkin #2 la vendetta...

 
 

Per il mio modello preferito di borsa, un colore come questo è garanzia di poterlo abbinare a qualunque outfit. Il rosa polvere intenerisce anche un look total black, ma diventa delicato e molto chic abbinato ai caldi toni del marrone, regala un effetto baby se abbinato al panna, e diventa raffinato e romantico se unito al blu. Insomma, questa borsa, sebbene enorme e un pò pesante, lo ammetto, è la mia preferita sempre, perchè è capiente, e utile da città e da lavoro per chi, come me, passa la maggior parte delle ore fuori di casa.
*THB

OOTD #1


Camicia Silvian Heach
Pantalone Stradivarius
Collana etnica mercatino
Scarpe stringate emporio cinese
Borsa simil Birkin emporio cinese

Per un pomeriggio informale ed una uscita in famiglia ho scelto un outfit pratico composto da una camicia bianca a body con colletto classico (Silvian Heach), un maglione di lana stile grunge con collo ampio color beige, un pantalone skinny di cotone rasato ad effetto semilucido burgundy (Stradivarius) con risvoltino, calzino nero e stringata burgundy (bazar cinese). Come accessori, una collana etnica di legno winge' lavorata a fiori e la mia adorata simil Birkin rosa antico.
*THB

martedì 11 novembre 2014

Detersfuso: la nuova frontiera dell'ecologia


Incantati dalle mille pubblicità, indecisi ai supermercati dinanzi a metri e metri di scaffalatura, per scegliere quello sgrassatore spray o quello shampoo per capelli, senza neppure farvi sfiorare dal dubbio che alla fin fine sono davvero tutti uguali, e che il prezzo è determinato dal costo della pubblicità su cui investe ogni singolo marchio? Vi è mai sfiorata l'idea che pagate profumatamente un prodotto rispetto ad un altro solo perchè il flacone o l'etichetta, o la fragranza sono più gradevoli, e chissenefrega se il mare è sempre più inquinato e i pesci muoiono?
Ecco, dinanzi alla sovrabbondanza, al fiorire di flaconi e flaconcini nei nostri bagni e nelle nostre cucine, dentro ai quali più o meno c'è la stessa identica roba, un ritorno alla semplicità, ma soprattutto un richiamo all'ecologia, è d'obbligo.
Oggi c'è Detersfuso, la nuova frontiera dell'ecologia.
Primo punto a suo favore, i detergenti non sono tossici e questo significa meno allergie e rischi per la salute in generale.
Secondo, ma non meno importante: basta buttar via flaconi di plastica. Sì, lo so, siete così bravi da metterli nel bidone della plastica, ma sempre plastica si accumula. Invece qui i flaconi (anonimi, tutti uguali, cambia solo l'etichetta... disperati, eh?? :-) ) sono sempre gli stessi. C'è il sistema refill, vieni con flacone vuoto, torni a casa con flacone pieno. Non si butta niente.
Terzo, il costo... i detergenti Detersfuso costano da un minimo di 1,00 euro al kilo (esempio: lavapavimenti), ad un massimo di 2,30 euro al kilo (esempio: lux parquet e mobili). La media è comunque di 1,60.
Esempio più pratico: 1 lt di shampoo neutro (fantastico, giuro!, anche per le più esigenti), più 1 lt di bagnoschiuma (profumo Argan se proprio volete seguire la moda), più 1 lt detergente alla Cenere Attiva per bucato in lavatrice (smacchia una meraviglia, e che profumo!), più 1 lt di detersivo per piatti all'aceto (buonissimo, denso e intensamente profumato), più 1 lt di detergente vetri e cristalli... totale circa 7,50. Parliamone.
Per le romane in zona 3° (ex 4°) Municipio, il più vicino è in VIA CARLO LUDOVICO BRAGAGLIA, 82 (zona Casale Nei, cioè dietro Porta di Roma).
Dite al signor Andrea che vi mando io ;-)
p.s. se non vi bastasse, questo punto vendita è ANCHE eco-lavanderia, casalinghi, piccola sartoria, coloreria professionale. Ciau!
*THB

domenica 9 novembre 2014

Benetton si rifa' (bene)



Negli anni della mia adolescenza, rimanevo spesso incantata dalle vetrine dei negozi Benetton al centro di Roma,  quando muovevo i primi timidi passi nel mondo del lavoro che mi ha vista protagonista di quelle zone con 4 anni di abbigliamento e 16 di profumeria al mio attivo.
Di Benetton non amavo tanto il brand in sé (il nome non è stuzzicante come tanti che ne girano oggi ...), piuttosto amavo i loro filati con rarissime tracce di acrilico, anzi, il più delle volte l'etichetta ti riportava all'autentico "100% pure wool" che tradotto significava "fallo lavare a mamma, se no lo infeltrisci ...", e ancor più amavo l'esplosione dei verdi, dei viola, degli ocra, insomma, dei numerosi e vivaci colori.
Poi è arrivato il momento-depresso, dove molto del made in Italy è divenuto made in PRC, e dove languiva una assoluta mancanza di idee e, diciamolo, di stile, tanto da farmi chiedere come riuscissero a mantenere aperti i loro negozi.
Ultimamente, però, la sorpresa: nelle mie tante scorribande per centri commerciali, la vetrina davanti alla quale oramai tiravo dritta senza più neppure alzare lo sguardo mi ha attratta ed era... contemporanea, diciamo... finalmente !  Benetton si è "rifatto" ! E si è rifatto bene. Che sarà successo? Ci vorrebbe un'intervista e son sicura che ce ne racconterebbero delle belle.
E ora arriva anche un return ai filati preziosi ed impalpabili, con ispirazioni bon ton e lady like ! Veri classici di gusto italiano e realizzati nei colori originali, con filati pregiati e raffinate tecniche di tessitura, fatti per essere indossati con la stessa naturale eleganza e lo stesso spirito degli anni in cui sono nati, i 70's e gli 80's.
Questo li rende contemporanei, con quell'aspetto delicato e soffice capace di emozionare ancora oggi. Pronti a farli lavare alla mamma?
*THB

sabato 8 novembre 2014

Una handbag unica e originale



In uno dei miei innumerevoli viaggi, ho trovato questa borsa lavorata a mano... un tuffo al cuore, ero talmente incantata dal colore,  dall'abile intreccio che... insomma, la mia amica Bianca non ha saputo resistere e me l'ha regalata su due piedi.
Ed è così che da Viareggio è approdata nel mio armadio, in numerosa compagnia.
Cosa mi piace di questa borsa? Soprattutto quello che gli altri non vedono: la fodera interna. Di colore bianco decorata a giganteschi pois bordeaux, beige e tortora. La amo proprio, almeno quanto amo la mia cara amica toscana ...
*THB

mercoledì 5 novembre 2014

Se la fantasia stanca...



Voglio fare una breve riflessione sulle fantasie di tendenza... si, insomma, i "pattern", tanto per capirci. E cioè quei disegnini, decori, tipo righe, pallini, quadrucci, teschietti (ma per carità!), che ci invitano strizzandoci l'occhio perchè si sa, la moda cambia a velocità supersonica, e noi le corriamo dietro arrancando.
Ebbene, nei miei anni da shopaholic mi sono resa conto che la fantasia... dura poco, diciamo. Nel senso che stanca. Che le cose intramontabili, quelle che metterete sempre, sono proprio quelle basiche, magari arricchite da un taglio particolare, da un colore particolare, oppure una scollatura, una manica diversa... ma rigorosamente tinta unita, oppure deve essere una fantasia talmente minimale e quasi invisibile da piacere nel tempo.
E' il caso di parlare di questi jeans che vedete nella foto. Li ho acquistati pensando "che carini, così particolari". Infatti. Così particolari che li ho indossati solo quella volta, poi hanno soggiornato per qualche settimana nel mio armadio, finchè li ho regalati ad una amica di mia figlia. Fine dei jeans stravaganti.
Mentre quelli tinta unita, per i quali mi concedo al massimo una lieve scoloritura, uno strappetto da qualche parte (anche se i migliori, sono sempre quelli in denim scuro dal taglio skynny e senza nessun fronzolo), non stancano mai e si rinnovano in ogni occasione a seconda di cosa ci si abbina.
Insomma, care amiche, la fantasia lasciamola ai murales... visto che capolavoro alle mie spalle?Bellissimi colori, devo dire!
*THB

domenica 2 novembre 2014

Voglia di trench


E' il must di questo autunno, sia il classico che arriva a metà gamba che questo, più nuovo e di tendenza, cortissimo. Io lo trovo davvero delizioso, perchè regala quell'aria bon ton ma anche un pò scanzonata, e si abbina benissimo ad un capo classico, quanto al più sportivo dei jeans, persino quando strappati. Quello che propongo in questa foto è di Stradivarius e costa euro 29,90, disponibile nei colori blu scuro, nocciola (il trend di questo autunno) e l'intramontabile beige. Nella foto sotto, vi mostro come ho voluto abbinarlo io ! Il pantalone che indosso è pure Stradivarius per l'autunno 2014. Anche se non si vede, ho indossato un tronchetto marrone con tacco medio e la borsa in tinta con le scarpe. Alla prossima !
*THB

Trench Stradivarius 29,90
Pantalone skinny Stradivarius 19,90




sabato 1 novembre 2014

Passeggiando in bicicletta


Vi presento la mia fedele compagna di scorribande. A lei devo la nuova forma fisica che da un anno mi sto impegnando a tenere. Non sono mai stata sovrappeso, ma come ogni donna, i problemi di ritenzione idrica, soprattutto per difficoltà di circolazione, li ho avuti.
Ebbene, insieme al mangiar sano, al bere regolarmente, e soprattutto ai 10 km che riesco a fare con la mia bici per tre volte la settimana, la mia gamba è cambiata totalmente. Soprattutto a livello di forma fisica, perché riesco finalmente a fare le scale senza rischiare un cardiopalma. Se anche voi avete la fortuna di vivere in un paese o città dove è possibile usare la bici, fatelo, amiche mie, anche per andare, che so, a prendere un filone di pane ed un etto di prosciutto da mettere nel cestinello, in pieno stile Maman Luise. Il vostro corpo vi ringrazierà !
*THB

Con la leggerezza di una piuma


Se è vero che non esiste più la mezza stagione, è pur vero che l'arrivo dei primi freddi, che sia graduale o repentino come nel nostro caso, fa desiderare di indossare un capo caldo che però non dia subito l'impressione di essere infagottate.
E così, alla mia prima uscita al di sotto dei 15° ho optato per un piumino d'oca ultra leggero. Caldissimo e semplice da gestire (una volta piegato per bene, sparisce all'interno della borsa !). Dei due che possiedo, ho scelto il blu elettrico, per dare valore al mio outfit nero+blu che secondo me è sempre un accostamento molto elegante. Ho indossato una chemise blu scuro, con foulard ad anello di un blu lievemente più navy (Pimkie 2014), e regalando un tocco di luce con una bella collana a tre fili con trama a lisca di pesce color argento. Un semplicissimo fuseaux nero, di quelli che trovate tranquillamente dai cinesi al costo di 5 euro, uno stivale in vera pelle nero dal tacco basso, e borsa di cuoio nero (H&M 2012). Qui sotto nel box, altre proposte dei trend low-cost più famosi. Alla prossima !
*THB

Da sinistra:
Stradivarius 45,95
Oviesse 39,99
Zara 59,99
Bershka 29,99
Pimkie 49,99


Benvenuto, Novembre...

giovedì 30 ottobre 2014

One day in Milano


In occasione di una particolare serata di gala con tanto di raccolta fondi per un noto ospedale milanese, ho approfittato per fare un pò la turista. Il Duomo è sempre una grande emozione, e la piazza gremita di gente ti fa sentire un pò cittadina del mondo. E' stato un viaggio lampo, ma quel che volevo vedere di Milano l'ho visto, e la sua frenesia di vita ti contagia subito. Sembra la città delle grandi opportunità, il luogo d'Italia dove la parola "lavoro" ti risuona nelle orecchie in modo familiare. Chissà come sarà viverci davvero...
THB*

#Bring back our girls


October 30, 2014
Today is the 199th day since 273 Nigerian school girls were kidnapped. We ask all of you, from whatever city/country you live, to continue to march and hold rallies. Continue to call your government leaders and tell your friends. We will not be silenced. Every day the family at the Bring Back Our Girls headquarters in Abuja march and rally by the hundreds.
See more https://www.facebook.com/bringbackourgirls

mercoledì 29 ottobre 2014

Wish List #2 Novembre 2014 (Bershka Shop)


Cappotto con collo a cratere 49,99 - 4 colori
Jeans boyfriend con strappi 35,99
Maglione oversize con collo a risvolto 29,99 - 3 colori
Zaino tasche Limited Edition 35,99
Foulard stampa fantasia con frange 12,99
Scarpa skate alta di pelle con stampa mimetica 45,99
Orologio di metallo 17,99

In the heart of Rome


Per venti lunghissimi anni ho lavorato nel centro storico di Roma, e nonostante la fatica di utilizzare i mezzi pubblici, i rumori delle auto, moto, sirene, lo smog e lo stress in generale, è sempre un'esperienza affascinante poter vedere la città proprio nel suo cuore più pulsante.
Oggi ho fatto un salto nelle vicinanze del quartiere Trastevere per motivi di lavoro, insieme al mio maritino che, da bravo fotografo professionista, è riuscito ad immortalarmi in uno scatto suggestivo persino con un semplice telefonino, senza tutta la sua (mirabile e imponente) attrezzatura da Nikonista convinto.
Il "biondo Tevere" era lì, sempre più biondo, c'erano i soliti rumori, le ambulanze e tutto il corollario, ma Roma è sempre splendida, davvero il cuore dell'intero mondo (non me ne vogliate, i Romani sono fatti così...).
THB*

martedì 28 ottobre 2014

Io e la mia Birkin


Sento il bisogno di parlare di questa borsa, perchè la adoro, letteralmente. L'ho desiderata tantissimo... attenzione, non stiamo parlando di una borsa autentica, non posso permettermela, e sinceramente neppure aspiro ad averne una talmente costosa da farmi pensare ai bimbi africani che non hanno cibo. Mi basta questa meraviglia acquistata dai cinesi, al costo di ventidue euro, che è perfettamente identica ad una originale. 
Il rosso è il mio colore, assieme al bianco, decisamente. Quando l'ho vista è stato colpo di fulmine. E' un tipo di borsa che per la forma, per la particolare capienza, per la resistenza del tessuto saffiano, fa proprio al caso mio. Vorrei averne una bianca, e anche una blu, ad esempio... magari me le concederò nel tempo.
Quando l'ho vista esposta assieme ad un'altra rosa polvere (che sta ancora lì, vi rendete conto? Ancora mi tenta...), e un'altra marrone scuro (bruttina, devo dire), non ho potuto resistere. Mi aspettavo un prezzo molto più alto e quando ho constatato il costo irrisorio ho detto "devi essere mia". Mi sono beccata una occhiataccia (da mio marito, che ve lo dico a fare? come fanno gli uomini a capire che se anche hai cento borse, la centounesima è assolutamente necessaria...), ma sono andata dritta come un fuso alla cassa.
E così eccola qua. E' pesante da portare, anche quando è vuota, e questa forse è l'unica pecca. Una volta che ci metti dentro anche l'agenda e l'I-Pad (perchè c'entrano benissimo, è una city-bag davvero capiente) si mette a dura prova il bicipite. Però non ci rinuncerei per niente al mondo, è stupenda e ha un posto tutto suo nella mia camera da letto, sopra la cassapanca, come fosse un oggetto di arredamento, anche perchè con la parete rossa dietro... ci sta proprio benissimo !!
THB*

Yankee inside


Sono oramai talmente famose che non sembra neppure il caso di spenderci due parole... parlo delle Yankee Candle, la passione di cera profumata più famosa che c'è ! Ma forse non tutti hanno ancora avuto il piacere di provare le "tarte", le piccole tartine di cera preziosissime.
Devo dire che io puntavo tutto sui bei barattoli di vetro dal sapore così incredibilmente shabby chic, old england, che magari una sola volta l'anno, ma dovevo comprarne uno, considerandolo senza dubbio come ventotto euro ben spese (anche perchè durano un'eternità !). Però, proprio per il costo, l'ingombro, la durata, mi sembrava estremamente castrante il non poterle provare tutte. E quando dico tutte, parlo di decine e decine di profumazioni diverse, tutte stupende, alcune in edizione limitata, e insomma, ma come si fa a non perderne nessuna?
La tarte ha risolto questo problema. Innanzitutto non è un prodottino da usare per due giorni e poi finisce: mi stanca addirittura, la fragranza, perchè dura tantissimo anche se è così piccola. E poi l'essenza è davvero tutta lì, concentrata e racchiusa in qualche centimetro ed è in grado di profumare una stanza in pochissimi minuti in modo delicato e, ricordiamolo, atossico.
La tarte dura davvero tante ore, si poggia in un bruciatore (vedi foto), si accende la candeletta votiva sotto, e non appena il calore raggiunge il piano di appoggio, la cera si fonde diventando completamente liquida. Gli olii essenziali si spargono nell'ambiente in modo gradevolissimo. Quando la candela si spegne, la cera liquida si solidifica nuovamente, pronta per essere riutilizzata alla prossima accensione. Questo fin quando non si esaurisce completamente la tarte. Il costo di una compressa? Irrisorio: 2 euro e 19 centesimi. Davvero da acquistarle tutte, cosa che sto facendo piano piano, conservando le preziose tartine in una scatola che, manco a dirlo, profuma in modo sublime ...
C'è anche da dire, che la tarte può essere divisa in 4 piccole parti, per quadruplicare la durata: un pezzo da bruciare alla volte, che dura per 3 o 4 riaccensioni. Insomma, non si butta via nulla!
THB*

domenica 26 ottobre 2014

Sneakers a tutte le ore


Confesso: le amo oltre ogni umana decenza. Sono come la squadra del cuore, è una questione di fedeltà.
Gli appassionati di questa particolare scarpa sono integerrimi, non demordono e riescono ad abbinarle anche agli outfit più classici o eleganti.
In effetti, è tutta una questione di gusto: bisogna saperci fare. Esistono di tipo alto o basso, con la zeppa, addirittura col tacco. Ma le più belle rimangono quelle classiche, le Converse, tanto per capirci, bianche di ordinanza (come non averle, nella propria scarpiera), e poi nei colori più svariati per adattarsi a tutte le versioni.
Personalmente non potrei rinunciare a quelle bianche, da indossare nel modo più classico, col pantalone denim... ma amo davvero tantissimo anche quelle burgundy, magari abbinate ad un jeans bianco, e poi quelle color fango, e quelle rosse, e anche nere ! Va beh, avrete capito, ne ho più di una. Ma credo possiate capirmi bene.
(nel box: immagini dal web, da me assemblate, e nella striscia sottostante, quelle che posseggo)
THB*

Cambio di stagione, cambio di atteggiamento (nevrosi zero, grazie)


Parola d'ordine: niente panico.
Dico sul serio, è più semplice di quel che sembra. Almeno due volte l'anno noi donne affrontiamo il cambio di stagione negli armadi alla stregua di un vero e proprio trasloco, nevrosi e antigastrici compresi... 
Spero di aiutarvi con qualche consiglio pratico, che renderà questa operazione estremamente veloce e priva di conseguenze sulla salute. Eccovi punto per punto tutte le dritte per affrontare il vostro appuntamento stagionale con l'armadio, come una avventura divertentissima:
1) vuotate tutto. Sì, ho detto tutto. Fate posto sul letto, e appoggiate in modo più coerente possibile pile e pile di roba. 
2) pulite l'interno dell'armadio. Basta un prodotto tipo quello per pulire i vetri, nel caso in cui l'armadio sia il classico rivestito in laminato, oppure uno specifico spray per legno se l'armadio è di legno vero. Lasciate asciugare bene.
3) nel prendere i vari capi da inserire nell'armadio, siate feroci nella selezione. Lo avete messo lo scorso anno? Pensate di metterlo quest'anno? Non vi è mai piaciuto? Regalate, riciclate, riutilizzate. Se non fate spazio, il nuovo non arriverà. Quindi, niente rimpianti.
4) procedete per categoria: i golfini in un settore, i cardigan in un altro, i maglioni pesanti, le camicette appese tutte insieme, così le gonne, i pantaloni...
5) inserite dei profumatori antitarme, questi odiosi parassiti vanno pazzi per lana e filati in generale e rischiate di trovare buchetti ovunque. Ricordate che la lavanda è un antitarmico naturale, e poi ci sono prodotti canforati anche profumati alle spezie, l'importante è non usare naftalina, altrimenti andrete in giro sembrando vostra nonna!
6) tutto ciò che metterete via per il prossimo anno, dovrà essere rigorosamente lavato e piegato (magari anche non stirato, tanto lo stirerete giocoforza quando lo tirerete fuori tra qualche mese).
7) le borse devono essere vuotate, sbattute per togliere la polvere all'interno e vari residui, spolverate e possibilmente riposte una ad una dentro i loro sacchetti di tessuto.
8) per le scarpe vale lo stesso discorso delle borse. In mancanza di sacchetti in tessuto o apposite scatole, vanno bene anche i sacchetti di plastica per i surgelati, abbiate solo cura di lasciarli aperti e di mettere nel baule qualche sacchettino di fragranze antiodore.
9) festeggiatevi. Dopo una fatica del genere, un thè con le amiche è la cosa migliore, magari è anche l'occasione per uno swap-party, dove poter scambiare e riciclare i propri capi scartati. 
Ci vediamo la prossima stagione !
THB*

Whish List #1 Ottobre 2014 (Stradivarius shop)


Felpa fiori cannetè 25,95
Giacca lunga taschini 45,95 - grigio chiaro
Tracolla college 29,95 - blu scuro
Stivaletto cerniera con traforature 59,95 - burgundy
Borsalino 17,95 - 4 colori
Foulard fiori bordeaux 12,95

Stringate, che passione ...


Non c'è niente da fare, questo tipo di scarpe mi fanno uscire di testa.
A parte la comodità pazzesca, che in una frenetica giornata di lavoro ti permette di svettare da una parte all'altra della città, salendo e scendendo dall'auto senza rischiare di infilare uno stiletto in qualche tombino, è proprio lo stile mascolino-ma-tremendamente-chic che emanano, quando sapientemente abbinate da tocchi femminili come un etereo foulard di seta, un make up davvero chic, o la giusta borsa..
Una scarpa che si rifà alla "duilio" di genitoriale memoria, con quel qualcosa in più, rappresentato nello specifico dal delicato contrasto dei colori, che smorza il nero lucido deciso, con quel velo di bianco latte e il delicato grigio. Le impunture a vista, e soprattutto la para di gomma trasparente, che poi è il vero tocco glam che ingentilisce il tutto.
Io ho una collezione di stringate che oramai rasenta la vergogna: iniziai con le prime in vero cuoio ben 4 anni fa, acquistando due paia identiche (una nera e una color tabacco) da H&M quando ancora le stringate gli stilisti se le filavano poco e niente. Meno male che le ho conservate! Alla collezione ho aggiunto ovviamente queste, e un altro paio rosso vino che vi farò vedere nei box seguenti.
Care amiche, osàte tranquillamente senza temere di perdere in femminilità: non c'è niente di più bello di una donna talmente sicura del proprio charme da permettersi di vestire da maschio senza perdere nulla. Alla prossima!
THB*